ELVIS E I PINK FLOYD

Tornando un momento ai lontani giorni in cui furono pubblicati From Memphis To Vegas / From Vegas To Memphis e Ummagumma, fu Elvis Presley ad ispirare i Pink Floyd o è vero il contrario? Considerando che dal punto di vista musicale questi dischi sembrano appartenere a due galassie diverse, quanto ho appena scritto potrebbe sembrare un'assurdità, eppure... Due doppi album, entrambi emessi nell'ottobre del 1969 - a circa quindici giorni di distanza l'uno dall'altro - con i primi due lati registrati dal vivo (ad aprile e maggio i Floyd, in agosto Elvis) e i restanti due in studio (gennaio e febbraio Elvis, agosto e settembre i Pink Floyd). Davvero curioso, non è vero? Probabilmente si trattò di una coincidenza, di vero c'è che Ummagumma esiste ancora, in un'edizione conforme a quella dell'antico long playing, mentre il bellissimo disco di Elvis venne ben presto scomposto e mai più riassemblato. Questa è una delle tante macchie che costellano la discografia del Re, perché Elvis In Person e Back In Memphis - i due 33 giri poi emessi separatamente dalla Rca - sono facilmente reperibili e in fondo rappresentano le due facce della stessa medaglia, però non è la stessa cosa. Un'opera del passato, bella o brutta che sia, bisognerebbe lasciarla così come era stata concepita Questo vale per un libro, un film, un disco, un dipinto o una statua.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...