LA RECENSIONE DI "FRANKIE AND JOHNNY" [PICKWICK EDITION]

Su questa piattaforma, che ospita il mio blog da diversi anni, capitano a volte cose bizzarre. Avendo deciso di dare una rinfrescata al testo di questa breve recensione, scritta e pubblicata parecchio tempo fa, mi sono poi reso conto che non era possibile salvare le modifiche apportate. Di conseguenza, mi sono visto costretto, mio malgrado, a cancellare il vecchio post e a ripubblicarlo. Mi spiace molto per l'inconveniente, perché adesso questo sembrerà il mio nuovo articolo sul blog, e non lo è affatto, ma non ho potuto fare diversamente.

In una ipotetica competizione, tesa a determinare l'album più strampalato fra tutti quelli realizzati da Elvis, questo disco potrebbe tranquillamente aggiudicarsi il primo posto, o almeno salire sul podio. Pubblicato sul finire del 1976, più o meno nello stesso periodo in cui il singolo Moody Blue / She Thinks I Still Care tentava di farsi strada in classifica - avrebbe raggiunto la trentunesima posizione nella Hot 100 - questo Frankie And Johnny targato Pickwick Records è in effetti molto lontano dal rappresentare una fedele riedizione della soundtrack che porta lo stesso titolo. Partendo dal presupposto che un disco in linea economica debba, inevitabilmente, mostrare il rovescio della medaglia, Chesay, Look Out Broadway ed Everybody Come Aboard sono tagliate fuori dal progetto, mentre i restanti nove brani finiscono sul vinile in una sequenza che differisce da quella originale. Come se non bastasse, sul fronte della copertina campeggia la stessa immagine utilizzata per Elvis Now, ancora oggi mi domando perché, mentre l'ordine dei brani stampati sulla stessa non è poi quello effettivo.

Sul retro, utilizzando una serie di scatti fotografici ritraenti Elvis durante i suoi spettacoli dal vivo, la Pickwick tenta l'aggancio con un presente che è però distante anni luce da quanto proposto. Per questo motivo, l'artwork di questa mediocre emissione budget risulta largamente improbabile, oltre che subdolamente fuori contesto. E' lecito provarci, ma ci vuole una buona dose di fantasia per immaginare una live version di Petunia, The Gardener's Daughter. Che si sia legati o meno alla colonna sonora "rivisitata", io ne sono da sempre un estimatore, davanti a questo pasticcio discografico è consigliabile tenersi stretta, coprendola di mille attenzioni, la propria copia del Frankie And Johnny che fu. Null'altro da dire, se non che emissioni di questo genere non fecero il bene di Elvis Presley. In nessun modo.

Lato 1: Frankie And Johnny / Come Along / What Every Woman Lives For / Hard Luck / Please Don't Stop Loving Me

Lato 2: Down By The Riverside - When The Saints Go Marching In / Petunia, The Gardener's Daughter / Beginner's Luck / Shout It Out

Testo: Roberto Paglia
Foto: Web

4 commenti:

  1. Thanks so much Roberto for this update of a great title
    As a fan of many years I happen to collect this on the US American label of Pickwick and the British cd label entitled Camden .
    Camden bought this as a double LP set with this title on one of them and it was on a single edition too
    Great memories for me to see his here - Many thanks for reiterating this as a great thread
    Best wishes sent
    Have a great weeks ahead
    God bless you and your family
    Long Live The King Elvis Forever

    RispondiElimina
  2. Questa copertina non l'ho mai apprezzata: grafica decisamente scarsa e insufficiente, con una foto che non c'entra niente con il contenuto dell'album, edito poi in un momento orami fuori luogo....
    Sempre ottima recensione!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...